Ingredienti per 4 porzioni

  • 1 Kg. di Arselle (Telline)
  • ½ bicchiere di vino bianco
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1 cipolla rossa piccola
  • ½ bicchiere di olio extravergine d’oliva
  • 350 Gr. di pasta (spaghetti, linguine, trenette..)
  • Un pizzico di sale

Preparazione

Le arselle sono frutti di mare che vivono sotto la sabbia, che proprio per questo talvolta arriva fino al piatto nonostante vari lavaggi.

Un metodo per spurgare le arselle dalla sabbia è quello tramandato da Ilio, famoso arsellaio Livornese. La sera mettere le arselle senza acqua in una bacinella e, se fa caldo, in frigorifero. Al mattino le arselle saranno aperte, perché “aggaiscano”, “hanno sete”, a questo punto si sciacquano in acqua corrente e la residua sabbia viene espulsa.

Se si ha l’impressione che sia rimasta ancora della sabbia, far aprire le arselle in un pentolino coperto e a fuoco alto per 4 o 5 minuti e poi toglierle dal guscio (tranne qualcuna per decorazione). Altrimenti proseguire direttamente nella padella.

In una padella di alluminio soffriggere leggermente la cipolla e l’aglio tritati finemente. Mettere le arselle, versare il vino e lasciar sfumare. Appena cominciano ad aprirsi, togliere dal fuoco e sgusciarne la metà.
Mettere l’acqua per la pasta a bollire. Non appena bolle salare e buttare gli spaghetti. Poco prima di metà cottura rimettere sul fuoco la padella con le arselle, versare gli spaghetti grondanti dell’acqua di cottura e finire la cottura. L’amido contenuto nella pasta e il liquido delle arselle si uniranno a formare una deliziosa crema.

Servire a piacere con una spolverata di prezzemolo.

Abbinamento

Vino bianco fresco

Chardonnay

Difficoltà

BASSA

Spunti & trucchi